Visualizza messaggi - labrumdelm

Visualizza messaggi

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i messaggi inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i messaggi relativi alle aree dove hai l'accesso.


Messaggi - labrumdelm

Pagine: [1] 2 3 ... 46
1
News / Re:The Batson Sessions
« il: 24 Ottobre 2018, 23:22:12 »
Santi numi, aspettavo queste registrazioni da 12 anni!

2
Musica / Re: The Decemberists
« il: 01 Marzo 2015, 15:23:12 »
Nessuno ha biglietti in più che ha voglia di vendere? ...
Non mi aspettavo il sold out..

3
Strettamente DMB / Re: Dave Matthews Band & dintorni
« il: 20 Ottobre 2014, 20:03:30 »
 :mascella

4
News / Re: 2014: prime date e rumours!
« il: 12 Dicembre 2013, 13:31:46 »
Non è il topic giusto,  ma su rockol leggo che
 http://www.rockol.it/news-559773/festival-2014-salta-heineken-jammin-festival-si-milano-lucca

 :) ditemi che è vero!!!

Non è vero che il Rock in Idro si terrà a Milano, si è spostato a Bologna .....

Ottima risposta.

5
Strettamente DMB / Re: DMB su youtube
« il: 26 Aprile 2013, 11:24:54 »
Ma il tipo in crash into me?!?

6
Strettamente DMB / Re: Snow Outside due anni prima di AFTW
« il: 24 Aprile 2013, 19:55:23 »
La registrazione di queste sessioni circolò all'epoca,

Dove? Come? Quando? Perché?

7
Eppure proprio quella versione spaccava! E c'è anche una spettacolare Sweet Up&Down! E una bellissima Out Of My Hands! Un gran bel CD.

8
Che bel concerto! Subito dopo se non sbaglio gli hanno dedicato una rarissima e bellissima Some Devil full band, credo sia stata pubblicata nel 2007 Summer Tour Sampler che davano in omaggio in qualche modo qualche anno fa.

9
Traduzioni / Re: The dreaming tree
« il: 17 Aprile 2013, 10:43:53 »
Copio-incollo da varie fonti

Alce Nero[1] (Hehaka Sapa in lakota, Black Elk in inglese) (dicembre 1863 – agosto 1950) è stato un uomo di medicina (wicʿaša wakan o pʿejúta wicʿaša) presso gli Oglala, una tribù della famiglia Lakota-Sioux, convertito al cristianesimo nel 1903.

Alce Nero durante la sua vita ha più volte raccontato di come diverse "visioni" lo abbiano indirizzato nell'aiuto del suo popolo. In particolare nella "grande visione", avuta all'età di nove anni, egli racconta di aver incontrato lo Spirito guida dell'universo e visto un grande albero, simbolo della vita terrestre e del popolo indiano.

Giovanissimo, ad appena 12 anni Alce Nero partecipò alla battaglia di Little Big Horn (1876), in cui i Sioux guidati da Toro Seduto, inflissero una memorabile sconfitta a un corpo dell'esercito degli Stati Uniti, comandato da George Armstrong Custer.

Nel 1887, all'età di 24 anni, si recò in Inghilterra al seguito dello spettacolo circense di Buffalo Bill, Wild West Show[4]. Fu una spiacevole esperienza, come scrisse successivamente nell'autobiografia Alce Nero parla.[5]. Su richiesta della Corona, l'intero spettacolo fu rappresentato esclusivamente per la regina Vittoria; inoltre tutto il personale fu convocato alla Festa per i suoi cinquant'anni di regno [6].

Successivamente tornò negli Stati Uniti. Nel 1890 combatté a Wounded Knee, dove rimase ferito e gli indiani furono sconfitti.

(wikipedia)


Quattordici anni dopo, nel 1890, le guerre indiane erano ormai arrivate alla fine. Le insurrezioni indiane erano state represse e la gran parte delle tribù indiane si trovavano chiuse nelle riserve. All’inizio dell’anno, un nuovo culto messianico si diffuse tra gli indiani. Veniva chiamato la Ghost Dance (danza dello spirito) e aveva messo in allarme le autorità di alcuni stati americani. Il timore era che dietro al culto potesse covare una nuova insurrezione: i profeti della Ghost Dance predicavano il ritorno di Gesù sotto forma di indiano americano e il ritorno delle mandrie di bisonti, fondamentali per il modo di vivere degli indiani e cacciati fin quasi all’estinzione.

Gli agenti indiani, cioè i funzionari governativi che avevano il compito di trattare con le tribù, sconsigliarono di agire direttamente contro il nuovo culto, ma l’esercito americano decise ugualmente di procedere al disarmo forzato di tutti gli indiani. Il 29 dicembre, in South Dakota, il 7° cavalleggeri sorprese un gruppo di 500 Sioux, tra cui circa 150 giovani armati, che avanzava nella neve alta.

Il gruppo venne circondato dal reggimento, che era armato anche di quattro mitragliatrici. Secondo le ricostruzioni successive, mentre i soldati americani procedevano al disarmo ci fu un piccolo scontro con un indiano che non voleva consegnare il suo vecchio fucile, sostenendo di averlo «pagato molto». Mentre un soldato cercava di strapparglielo dalle mani partì un colpo accidentale, scatenando la reazione dei soldati americani che circondavano il gruppo.

Le mitragliatrici cominciarono a sparare sugli indiani accerchiati, in mezzo ai quali c’erano anche i cavalleggeri che li stavano disarmando. Alcuni indiani provarono a rispondere al fuoco, ma la maggior parte fuggì. In molti, a quanto pare, furono inseguiti e uccisi quando ormai lo scontro era terminato. Il bilancio del massacro è incerto: si parla di 150 o forse 300 Sioux morti. Morirono anche 25 soldati americani e 39 furono feriti, quasi tutti dal fuoco amico.

(Il Post)



Seppellite il mio cuore a Wounded Knee è un libro scritto da Dee Brown nel 1970. Il testo tratta della conquista del territorio americano da parte dei coloni bianchi, o "visi pallidi".

Le vicende sono narrate in modo distaccato, giornalistico, senza cadere in pompose glorificazioni del "sogno americano" o melense e pietose prese di posizione a favore dei nativi. Il risultato è una delle migliori testimonianze delle vicende che hanno segnato lo sterminio di massa di intere nazioni.

"Non sapevo in quel momento che era la fine di tante cose. Quando guardo indietro, adesso, da questo alto monte della mia vecchiaia, ancora vedo le donne e i bambini massacrati, ammucchiati e sparsi lungo quel burrone a zig-zag, chiaramente come li vidi coi miei occhi da giovane. E posso vedere che con loro morì un'altra cosa, lassù, sulla neve insanguinata, e rimase sepolta sotto la tormenta. Lassù morì il sogno di un popolo. Era un bel sogno... il cerchio della nazione è rotto e i suoi frammenti sono sparsi. Il cerchio non ha più centro, e l'albero sacro è morto." (Alce Nero)

(Wikipedia)

10
Quando vedrò la DMB con Robert Randolph e Béla Fleck andrò in pensione dalla DMBite e sarò finalmente apposto

Mi associo!

11
DMB Italia / Re: proposte per merchandising con-fusion
« il: 11 Marzo 2013, 19:56:50 »
Ringrazio per aver tolto la parola Parma dalla lattina.  :mrgreen

12
Off-Topic / Re: Elezioni politiche 1° trimestre 2013
« il: 27 Febbraio 2013, 17:48:11 »
Di certo in questo forum c'è un 30% di italiani che non è rappresentato  :mrgreen

13
Strettamente DMB / Re: Dave Matthews Band & Guests
« il: 27 Febbraio 2013, 17:44:28 »
Grandissimo!  :D

14
Strettamente DMB / Re: Dave Matthews Band & Guests
« il: 26 Febbraio 2013, 13:30:09 »
Grandissimo anche in Hello Again nel 2004 nel Vote for Change tour! Se lo trovo lo posto.

15
Off-Topic / Re: Elezioni politiche 1° trimestre 2013
« il: 23 Febbraio 2013, 21:59:56 »
Grazie Ser per il bell'intervento, condivido in toto quello che pensi sul Mo' Vi Mento e aggiungerei anche qualcos'altro (sia di positivo che di negativo, ma non è il luogo)..
E sono d'accordo anche che non è vero che i giovani non si interessano di politica, magari sono più disorientati e disillusi dei "giovani di un tempo" ma il loro interesse non lo credo diverso da quello dei loro genitori. Penso invece che ci sia una difficoltà diffusa a entrare nei problemi e farsi un'opinione sulle questioni e sulle proposte, più che sulle etichette, sui proclami e sugli attacchi, questo almeno stando alla qualità dell'informazione politica in TV e sui giornali (che da sola non basta, è parziale e tende a rendere tutto spettacolo o gossip). Mi piacerebbe molto avere, per esempio nella mia città, dei gruppi di giovani e meno giovani che si ritrovano a pensare a proposte concrete riguardo i vari temi, da proporre a chi ci rappresenta. Qulcuno ce n'è, ma dovrebbero farlo nelle scuole, dovrebbero farlo tutti!

Personalmente non mi ritrovo più di tanto invece sul tenore degli atri interventi: "siamo tutti ignoranti, tutti i politici rubano, votiamo il meno peggio." Io mi sono sempre bene o male interessato di politica, ho una mia opinione, c'è un partito il cui progetto e le cui idee mi rappresentano più di altri (il PD). Nonostante ciò non ho mai avuto la tessera di un partito e mi sono sempre guardato intorno e confrontato con altre realtà politiche, mai pensando di essere obbligato a votare sempre dalla stessa parte. Credo però che i partiti siamo fondamentali per vivere in democrazia, perché garantiscono agli elettori che chi li rappresenta non rappresenta solo sé stesso ma rappresenta una collettività.
Detto questo, negli ultimi mesi mi sono dato per la prima volta alla politica attiva (alla cosiddetta militanza) per sostenere Matteo Renzi alle primarie. È stata un'esperienza bellissima ed entusiasmante, e lo dico senza retorica, che mi ha insegnato moltissimo sulla politica e fatto crescere umanamente. Tra le cose migliori che ho imparato c'è sicuramente che la politica è fatta di PERSONE, che hanno pregi, difetti, idee, sogni e stili differenti che si possono non condividere ma che sono forse la più straordinaria risorsa con cui noi cittadini abbiamo a che fare. Cioè: in questi mesi ho conosciuto meglio (già un po' li conoscevo) consiglieri regionali, parlamentari, il mio sindaco e forse futuro ministro, tante persone belle che si spendono e ci mettono la faccia e la vita e intessono relazioni e scambiano idee. Così come tanta gente che si interessa, si entusiasma, dà una mano, collabora per cercare di miglirare veramente le cose. È stato bello capire che non sono solo dei nomi o delle facce che vedi in televisione ma anzi sono persone da cui puoi andare a dire la tua, a cui puoi proporre, che ci tengono ad ascoltare e da cui si ha tanto da imparare.
Quindi, per rispondere alla mia domanda di prima rispondo così: io ho scelto perché ho conosciuto e mi sono messo in ascolto di persone che si smazzano, con le loro storie e le loro idee e i loro stili che di solito condivido (ma a volte no, per fortuna). Se li conosci e le stimi è più facile dargli la propria fiducia..


Domani andiamo a votare, facciamo anche noi la nostra parte e sentiamoci coinvolti!

Pagine: [1] 2 3 ... 46